fbpx
calcolare il costo di una traduzione

Come calcolare il costo di una traduzione?

Come si calcola il costo di una traduzione? Quali sono le unità di misura per calcolare il prezzo di una traduzione?

Nonostante a prima vista una traduzione possa sembrare un servizio “semplice” rispetto ad altri, davvero pochi sanno quali sono le unità di misura della traduzione e come potere valutare se un fornitore ha un rapporto qualità/prezzo allettante. Non è però sempre semplice capire come calcolare il costo di una traduzione!

Quali sono dunque le unità di misura per calcolare il prezzo di una traduzione e qual è la migliore? Sempre che ce ne sia una migliore delle altre, ben inteso!

Unità di misura di una traduzione
Fondamentalmente le unità di misura di una traduzione sono 4:
1) Parole
2) Cartelle da 1500 (o da 1800 caratteri, se editoriali)
3) Righe da 55 caratteri (metodo usato prevalentemente in Germania, Austria e Svizzera)
4) Caratteri

Prezzo A PAROLA per calcolare il costo di una traduzione

Il calcolo più utilizzato, ad esempio dall’Agenzia di traduzioni e interpretariato Lionspeech, è la PAROLA, ovvero la traduzione si calcola moltiplicando il numero di parole per un fattore fisso (il cosiddetto “prezzo a parola”) ottenendo dunque il prezzo finale in modo semplice e trasparente.

Un semplice esempio: un testo Word contiene 1200 parole da tradurre e il costo a parola è di 0,10 €. Il costo della traduzione sarà semplicemente di 120 €!
Per vedere come trovare in Word il numero di parole, cliccate qui.

La semplicità di questo metodo di calcolo lo rende il più utilizzato dalle moderne agenzie di traduzioni, che hanno abbandonato il calcolo a cartelle (che vedremo tra poco) ormai da diversi anni. Per questo motivo si consiglia sempre di usare il prezzo a parola per calcolare il costo di una traduzione!


Vantaggi del calcolo a parola

Trasparenza: anche il cliente può facilmente vedere il numero di parole (indicato ad esempio nei documenti Word di norma in basso a sinistra)

Semplicità: basta una semplice moltiplicazione per calcolare il prezzo finale

Migliore utilizzo dei CAT Tool e scontistica maggiore: è possibile applicare sconti maggiori, in quanto molti CAT Tool utilizzano il calcolo a parola per il computo del numero di ripetizioni nel testo.

Svantaggi del calcolo a parola
Non uniformità per le lingue: per ogni lingua il prezzo a parola deve cambiare, perché ci solo lingue con parole molto più lunghe, che ne uniscono più di una o lingue agglutinanti

Prezzo A CARTELLA  per calcolare il costo di una traduzione

Ancora oggi molte agenzie utilizzando e applicano il concetto di “cartella”. Ma che cos’è una cartella e quanto è grande? Il concetto di cartella deriva, udite udite, dalla macchina da scrivere (!) e rappresenta in teoria il numero di caratteri (in gergo “battute”) che potevano essere scritti all’interno di una pagina battendo a macchina.
Esistono due tipi di cartelle:
– la cartella commerciale
– la cartella editoriale

La prima è composta da 1500 battute, mentre la seconda, quella editoriale, da 1800 battute. Questo significa che i poveri traduttori editoriali, a parità di prezzo a cartella, sono pagati di meno (non chiedetemi perché, ma ahimè è così). Nelle 1500 (o 1800 battute) sono compresi anche gli spazi. Questo perché anche per fare uno spazio devi “battere” su un tasto e quindi lo sforzo è praticamente lo stesso 😉

Come si calcola il numero di cartelle di una traduzione?

Ad esempio contando il numero di caratteri su Word (vedi qui per scoprire come) e dividendolo per 1500 (o 1800 per traduzioni editoriali), otterrete il numero di cartelle del testo. Ricordatevi che si calcolano i caratteri SPAZI INCLUSI, il che significa che anche gli spazi sono da considerarsi caratteri!
Supponiamo che un file contenga 4122 caratteri (spazi inclusi). 4122 diviso 1500 = 2,75 cartelle circa. Se il prezzo è cartella è ad esempio di 20 €, la traduzione costerà 55 €.

Non è che sia proprio intuitivo immaginare 2,75 cartelle!!! Ricordiamoci però che la cartella è un’unità di misura, proprio come metri, litri, grammi, quindi non dovete stupirvi se vi chiedono di tradurre 73,27 cartelle…capite anche però perché con un cliente è difficile ragionare in termini di cartelle. Può succedere che ti guardi pensando che stiate parlando arabo (a meno che non vi abbia chiesto proprio quella lingua da tradurre eh eh).

Vantaggi del calcolo a cartella

Uniformità tra le varie lingue: per tutte le lingue si può fissare un prezzo a cartella (quasi) standard, in quanto il prezzo non dipende dalla lunghezza della parola, ma dal numero di caratteri. Quindi anche lingue con parole più lunghe o agglutinanti non richiedono variazioni di prezzo (se non in alcuni casi per la difficoltà intrinseca della lingua)

Svantaggi del calcolo a cartella
Complessità nel calcolo: per trovare il numero di cartelle è necessario dividere il numero di caratteri per 1500 (o 1800 in caso di cartelle editoriali), il che non è molto comodo. Inoltre qualcuno potrebbe erroneamente calcolare il numero di caratteri spazi esclusi.

Mancanza di trasparenza: chiedere ai clienti di verificare che ci siano 123,79 cartelle da tradurre è meno plausibile che fare notare loro che ci sono 1300 parole da tradurre!

Maggiore difficoltà nell’applicare sconti: i CAT Tool fanno più fatica a calcolare le cartelle ripetute, perché lavorano prevalentemente con la parola come unità di misura. Risulta dunque più complesso applicare una scoutistica.

Prezzo A RIGA per il calcolo del costo di una traduzione

Il calcolo a riga di una traduzione segue lo stesso principio del calcolo a cartella e la differenza sostanziale è la seguente: una riga è costituita da 55 caratteri (sempre spazi inclusi, come per le cartelle). Questa unità di misura si utilizza quasi esclusivamente in Germania, Svizzera e Austria.
Per fare un rapido esempio, lo stesso testo di prima che conteneva 4122 caratteri è composto dunque da 75 righe circa (4122 diviso 55).

Come potete ben capire, questo metodo di calcolo ha gli stessi vantaggi e svantaggi del calcolo a cartella, nonostante a livello mentale e intuitivo sia più semplice immaginarsi una riga piuttosto che una “cartella”, che ricorda molto i bambini al primo giorno di scuola!

Prezzo a carattere per il calcolo del costo di una traduzione

Questo metodo NON viene usato da nessuno, nonostante sia abbastanza intuitivo e racchiuda i vantaggi di tutti gli altri metodi! Perché dunque, pur essendo il metodo migliore, non viene usato da NESSUNO?!?!?!

Il problema è puramente matematico. Il numero di caratteri ad esempio di un manuale è elevatissimo, mentre il prezzo a carattere bassissimo, ad esempio se prendiamo l’esempio di prima di 20 euro a cartella (1500 caratteri), il prezzo a carattere sarebbe di 0,0133! Se poi il manuale ha 1.456.345.110 caratteri, moltiplicare 0,0133 per 1.456.345.110 non è proprio la cosa più comoda del mondo!

Per questo, e solo per questo, questa unità di misura non viene più usata ormai da diversi anni per calcolare il costo di una traduzione (con grande gioia di chi è poco portato per la matematica).

Ora si pone la domanda: ho stabilito un prezzo a parola e mi chiedono un prezzo a cartella o viceversa. Come convertire un prezzo a parola in un prezzo a cartella o, viceversa, come convertire un prezzo a cartella in un prezzo a parola?

Conversione tra prezzo a parola e prezzo a cartella

Mediamente una cartella contiene circa 220 parole. Questo vale per l’italiano, l’inglese, il francese, lo spagnolo, il portoghese e poche altre lingue neolatine. Se consideriamo lingue come l’ungherese, il polacco o il cinese ovviamente cambia tutto! Prendiamo però 220 come “numero aureo” per farci almeno una vaga idea di che prezzi occorre applicare a cartella partendo dal prezzo a parola.

Se il mio prezzo a parola è ad esempio 0,06 € otterrò dunque un prezzo a cartella di 13,2 € (0,06 € moltiplicato per 220). Consiglio di tenersi un po’ larghi e fare 14 € per essere certi di non applicare un prezzo eccessivamente basso.

Conversione tra prezzo a cartella e prezzo a parola

Usando il nostro meraviglioso numero “220” dovremo in questo caso procedere all’inverso. Se il nostro prezzo a cartella è di 20 €, il prezzo a parola corrispettivo sarà di 0,09 € circa (20 diviso 220).
Facile no?

E se voglio trovare il prezzo a riga?

Poiché questa unità di misura è usata prevalentemente in Germania, Austria e Svizzera, consideriamo che una riga da 55 caratteri contenga circa 6-7 parole. Il nostro fattore è dunque di 6,5 parole per riga. Se quindi il nostro prezzo a parola è, come sopra, 0,06 € il prezzo a riga sarà di 0,4 a riga circa (0,06 moltiplicato per 6,5). Poiché il calcolo a riga viene usato in paesi dove i prezzi sono normalmente un po’ più alti che in Italia, è meglio sempre mantenersi comunque su un prezzo di 0,5-0,6 a riga…e attenzione agli zeri, eh eh. 0,06 e 0,6 fanno una grande differenza (il secondo è dieci volte tanto!). Se quindi proponente un prezzo di 0,6 € a PAROLA, siete assolutamente fuori mercato 😉

Per chiudere segnalo questo bellissimo articolo di Salvatore Aranzulla “Come contare caratteri”, dove sono riportati diversi strumenti per il calcolo dei caratteri (anche non in Word). Il mondo della traduzione è molto articolato e spero che questo articolo vi sia servito a chiarire un po’ meglio le idee su alcuni argomenti spesso difficili da comprendere. Ovviamente per qualsiasi domanda o richiesta su come calcolare il costo di una traduzione, rimaniamo a completa disposizione!

Ti interessa approfondire l’argomento con noi? Puoi scrivere all’indirizzo e-mail info@lionspeech.com o richiederci informazioni dal form qua sotto. In alternativa puoi chiamare il numero 393-5651660 e sarai inoltrato al responsabile locale della tua zona.





Costo traduzione, Prezzo traduzione, traduzione, Traduzioni, Traduzioni legali, traduzioni tecniche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lionspeech di Marco Tedeschi SRL
PI 03341611204 – CF 03341611204

Sede Legale
Via Caduti di Amola 22/2
40132 Bologna Italia
Email info@lionspeech.com
Tel (+39) 051-4599133
Cell (+39) 393-5651660


Confindustria Partner Lionspeech
Lionspeech ISO 9001

Federlingue Lionspeech partner
Lionspeech ISO 9001

Le informazioni contenute in questo sito sono di natura informativa. Lionspeech si riserva di modificarle senza preavviso.
Tutti i diritti riservati – All rights reserved

× Come possiamo aiutarti?

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Clicca ok per proseguire la navigazione e acconsentire all’uso dei cookie. Privacy Policy e Cookies

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi